menù

progetto
comitato
brand
video / news
press

Città di Siracusa
Patrimonio dell’Umanità

Piazza Duomo, 4
+39 0931 451111

[email protected]
[email protected]

brand

una porta tecnologica verso
un nuovo mondo

concept del logotipo

Il brand concept per Siracusa Capitale della cultura italiana 2024, nasce da due punti fondamentali e strettamente legati all’aspetto culturale della città. Il primo punto è la stratificazione storica e culturale della città, generata dal passaggio di diverse e millenarie dominazioni. Questo susseguirsi di input nell’arco temporale della vita della città stessa, viene rappresentato secondo la nostra idea da un varco, un passaggio; nella fattispecie rappresentato da un QRcode, segno grafico e varco interattivo che permette di raggiungere nuovi contenu- ti culturali. Il secondo punto accoglie i temi adottati dai progetti per la città: acqua e luce, elementi che hanno da sempre guidato l’identità della città stessa fin dalle sue origini. Motivo per cui il brand adotta la fusione di un volto mitico e millenario come quello di Aretusa (genera- ta dalle acque e desiderata dagli occhi divini di Alfeo) con il segno grafico e tecnologico del QRcode. Un nuovo volto del territorio, che mira all’innovazione senza mai tradire le proprie origini.

 

Il logotipo può essere utilizzato per diverse attività di marketing e comunicazione, e non solo; è possibile adattarlo a tutte le diverse attività di merchandising all’interno della sfera degli eventi presenti nel dossier redatto. Innumerevoli sono le modalità e le variabili a cui si presta il “sistema” proposto all’interno del progetto brand, dove l’elemento caratterizzante, un “Qr Code”, può essere facilmente manipolato ed adattato come “porta di accesso” per una vasta quantità di attività comunicative, interattive ed informative. La tecnologia del “Qr code” è estremamente versatile e scalabile, adattabile a diversi dispositivi come i tablet e le macchine fotografiche moderne, senza il rischio di perdita di dati.

Tecnicamente il “Qr code” oggi è largamente utilizzato ed integrato all’interno di quasi tutti i dispositivi Smartphone presenti sul mercato, ed è possibile, in mancanza di funzionalità di base, scaricare gratuitamente delle applicazioni di facile utilizzo per poter usufruire di scanner dedicati. Il simbolo grafico, identificato da una serie logica di punti chiari e scuri, codifica al suo interno diversi tipologie di “messaggi” che verranno forniti in chiaro, attraverso lo Smartphone, al nostro utente finale. Il “Qr code” può contenere facilmente righe di testo, landing-page web dedicate, url statici e dinamici, link ad immagini o video, numeri di contatto, Vcard, profili social, file grafici in formato Pdf e molto altro ancora. Utilizzando questo metodo di accesso alle informazioni, il nostro logotipo “Qr code”, diventa il primo punto di accesso per tutti quei contenuti opportunamente diversificati e relativi alla manifestazione, come l’accesso ad un portale web dedicato, la fruizione a percorsi tematici online, podcast audio, scaricare l’applicazione della manifestazione, interagire con strumenti digitali, usufruire di realtà aumentata e scaricare eventuali contenuti utili come il programma della manifestazione.

All’interno del progetto di comunicazione, abbiamo previsto e messo in campo diverse idee legate all’interazione fisica che avviene tra il nostro utente ed il luogo fisico in cui si trova. I diversi “Qr code”, opportunamente posizionati all’interno di Totem informativi, brochure, pubblicazioni, mappe e volantini forniscono “punti di accesso” dinamici e interattivi a diverse tipologie di informazioni come quelle storico/turistiche, il calendario eventi, percorsi, tracce audio etc. etc., legate a quello specifico luogo storico e non solo. Ovviamente il metodo descritto può essere applicato a qualsiasi tipologia di supporto oltre a quelli descritti, come la pellicola adesiva, il pre-spaziato, le proiezioni digitali, merchandising, indumenti, stencil oppure l’intaglio o la fresatura su supporti rigidi, senza intaccare minimamente il funzionamento del sistema “Qr code”.